Berlino chiama mondo: un eBook reader low, low cost


‘txtr Beagle

Il ‘txtr Beagle

Su molti blog e siti specialistici negli ultimi giorni sta rimbalzando la notizia di un eBook reader prossimamente disponibile a 10 euro. È assolutamente vero e assolutamente molto economico.
Ma vediamo di esaminare l’offerta con più calma. Non sempre è oro quello che luccica.
Si tratta di un eBook reader chiamato Beagle da 5 pollici, 600×800 pixel in eInk. Meno di 5 mm di spessore (4,8 per l’esattezza), leggerissimo (128 grammi), in vendita a circa 10 euro se abbinato a un contratto con gli operatori di telefonia. Lo lancia una libreria tedesca, la ‘txtr – leader nella vendita di eBook online.

Dalla sua ha sicuramente il prezzo. 10 euro è una cifra veramente irrisoria: costa meno della maggiorparte dei libri cartacei, molto meno di un biglietto nei settori più popolari di una partita di calcio. Ormai anche meno del cinema, vista la diffusione nelle sale del 3d che ha prodotto un rigonfiamento dei prezzi della visione di film sul grande schermo.

Ora passiamo ai limiti (in merito dai un’occhiata anche a questo post su Netbooknews). Come inevitabile per un device venduto a prezzi così popolari, i limiti sono molti.
Innanzitutto sarà un eBook reader molto piccolo: 14 centimetri di altezza, 10,5 di larghezza. Onestamente, dato il formato, non penso che permetta una lettura propriamente godibile.
In secondo luogo, il Beagle è alimentato da due pile stilo (quindi non ci sono porte per la ricarica o il collegamento al PC) e privo di connettività WiFi.

Un primo piano del nuovo device

Questo perché – e arrivo a un terzo punto critico –, Beagle vuole essere un eBook reader da abbinare a un tablet o a uno smartphone. Il ‘txtr Beagle si interfaccia infatti via bluetooth agli smartphone e ai tablet, e permette così il caricamento degli eBook scaricati che l’utente non ha intenzione di leggere con il suo telefonino (presumibilmente a causa dello schermo LCD) ma preferisce leggere comodamente su un device eInk. L’idea è ottima. Però la sua funzione di device ausiliario, e cioè in abbinamento a uno smartphone, si fa sentire fortemente nelle dimensioni risibili di memoria: a quanto sembra, il ‘txtr Beagle potrà contenere al massimo cinque eBook, o poco più (ma, a dir la verità, su questo argomenti i dati e le opinioni sono contrastanti).

Tre grandi, pesantissimi limiti, quindi, di un device di cui è innegabile la portata rivoluzionaria. Perché un eBook reader a 10 euro – anche solo fino a pochi mesi fa – sarebbe stato davvero impensabile.
Certo, forse come si legge anche in questo interessante articolo su Itnews, forse non sarà ‘txtr a fare il botto, forse non sarà l’azienda che sancirà la vera diffusione di massa del lettore di eBook extra-economico. Ma sicuramente con questa offerta ha sancito un ennesimo, grande cambiamento nel mercato dei device per lettura di eBook. E indietro non si può più tornare.

Lascia un commento

Archiviato in eBook reader/tablet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...