Le ultime novità dell’editoria digitale, tra nuove frontiere e vecchie piraterie


Prima di approfondire un po’ di più questo mondo, anche con questioni più tecniche, vi propongo una panoramica di ciò che sta accadendo in alcuni campi dell’editoria digitale.

Beh, è recentissima la notizia che l’ultima produzione letteraria di Stephen King, Miglio 81 (clicca qui per saperne di più), esca in Italia esclusivamente in eBook. Se in Usa la cosa non sembra così rivoluzionaria, per l’Italia sarebbe la prima volta. 80 pagine a 4,99 euro. Non si tratta di un romanzo, ma di un racconto, certo. La cosa è ben diversa. Ma è chiara la volontà, per la Sperling&Kupfer, e più in generale per l’intero mondo editoriale, di testare il mercato italiano.
In Usa il racconto ha venduto 200.000 copie. Vedremo cosa succederà in Italia, dove comunque sono in tanti ad attivarsi in questo senso. Compresi alcuni grandi quotidiani nazionali. Per esempio, La Stampa il 23 novembre 2011 ha lanciato, esclusivamente in eBook, il Viaggio nella grande crisi globale (clicca qui per collegarti all’articolo sul sito del quotidiano torinese). Un libro digitale che aiuta a risalire alle origini del grande crac mondiale. La Stampa ha provato a ripercorrere questa vicenda attraverso un eBook e una web story, un documentario. Anche solo fino a un anno fa, un’uscita di questo tipo, solo in digitale, sarebbe stata impensabile per il mercato italiano.L'immagine de L'Unità

Allo stesso tempo, l’Unità sta mettendo in vendita una serie di libri, classici o meno, a 3 euro. Da Il rosso e il nero di Stendhal a La linea d’ombra di Conrad. Ovviamente in formato digitale. E ovviamente la lista si allungherà notevolmente. (Collegati al sito cliccando qui per saperne di più).

Negli Stati Uniti, invece, dove il mercato degli Book è già più solido, e le vendite in digitale proliferano, stanno facendo i conti con la pirateria informatica. Il prestito di eBook è un fenomeno assolutamente normale (d’altronde, da quando in qua non puoi prestare la tua copia di un libro a un amico?). Ed è assolutamente normale anche che i prestiti coinvolgano le biblioteche (in merito rimando a questo interessantissimo articolo del blog pianetaebook.com). D’altronde sono nate proprio per questo, le biblioteche. Se però il prestito di un libro cartaceo si rivolge solo alla persona che fisicamente l’ha preso in prestito (o alla sua ristretta cerchia di amici), il prestito di un eBook moltiplica enormemente il numero di potenziali lettori non paganti. Pensandola da lettore la cosa non mi dispiace per niente, ma per le case editrici può essere una discrimante non di poco conto.

Quello che spaventa è il filesharing, i software peer-to-peer (eMule, per intenderci). E’ forse proprio questa la più grande minaccia per le grandi case editrici, il vero rischio che può bloccare l’espansione di mercato dei libri digitali.
Così, la casa editrice Penguin (visita il loro sito cliccando qui), una delle più conosciute e importanti nel mondo ebook in Usa, aveva recentemente dichiarato che avrebbe tolto tutte le sue pubblicazioni digitali dai circuiti OverDrive (il servizio che consente il prestito eBook in quasi tutte le biblioteche americane) e da Amazon. La decisione è stata presa martedì 22 novembre. Dopo due giorni, il ripensamento: giovedì 24 novembre, con un comunicato stampa, Penguin ha annunciato che i suoi ebook torneranno a disposizione degli utenti delle biblioteche Usa (linko qui la breve notizia pubblicata sul sito OverDrive).

Tutto è tornato come prima? Non credo proprio. Il messaggio della Penguin è stato forte e chiaro: la guerra alla pirateria per la neonata editoria digitale deve essere una priorità assoluta.

E voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Archiviato in eBook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...