La rivoluzione degli eBook


La gif animata di Mondi digitali: nuove frontiere dell'editoriaIl termine è corretto, di rivoluzione si tratta.
È una rivoluzione che sta esplodendo molto velocemente, nonostante le reazioni spesso conservatrici del mondo dell’editoria tradizionale.
Non fraintendetemi: sono il primo ad essere legato ai libri di carta. Copertina rigida e colorata, l’odore dei fogli, la consistenza della carta tra le dita. La possibilità di prendere appunti, di sottolineare, la grafite che scorre sulle pagine. Sì, sono uno che sui libri ci scrive. Ogni tanto litigo anche con l’autore, per scritto, a fianco alle sue parole ci sono le mie. Ogni tanto, invece, mi trascrivo le emozioni. Emozioni legate anche ai cinque sensi tra le mani, un bel libro di carta, vero, davanti a te.
Ho sempre qualche libro sul comodino, vicino al letto. Leggo appena posso, più testi in contemporanea: a seconda delle emozioni che ho vissuto nella giornata ho bisogno di leggere storie diverse, a meno di essere immerso in un libro di quelli “non-riesco-a-smettere-di-leggere”.
Ma un amante di libri non può non interessarsi di eBook.
Perché il futuro passa anche da lì.

Qualche dato
Nel 2010 sono stati poco meno di 7.000 gli eBook in italiano in vendita, con un valore inferiore allo 0,1% rispetto al totale del mercato. 40.000 i titoli disponibili in Germania, più di 80.000 in Francia, 400.000 in Inghilterra. Un mercato comunque in espansione anche in Italia: gli editori italiani che pubblicano in digitale sono ormai più di 500.
A Natale scorso, le vendite di BookRepublic, una delle principali piattaforme di vendita di eBook in italiano, ha avuto un incremento del 400% rispetto all’anno precedente.
Sul tema, così si è espresso in un’intervista Jacopo De Michelis, responsabile della narrativa di Marsilio: “E’ una rivoluzione, e se prendiamo sul serio questo termine, questo vuol dire che nei prossimi anni assisteremo a un sovvertimento violento e radicale dell’attuale panorama editoriale, che si lascerà dietro morti e macerie, e che, in tempi difficilmente quantificabili oggi, potrebbe anche vedere la scomparsa dell’editore, almeno nel senso in cui attualmente lo intendiamo”.

Questo blog
Lavoro nell’editoria, e sono anche un grande appassionato di libri e di tutto ciò che ha a che fare con essi.
Questo primo, breve post, vuole dirvi essenzialmente questo: che nei prossimi mesi proverò a ragionare con voi, in maniera semplice e diretta ma il più possibile approfondita, su questa stimolante sfida per il futuro. Nella convinzione che non siano vere nessuna delle due tesi opposte che mi è capitato di leggere a zonzo sul web: non mi sembra né che i libri “tradizionali” siano finiti, né, tesi contraria ma altrettanto frequente, che gli eBook siano un flop. Al contrario, penso che faranno entrambi parte del nostro futuro.

Lascia un commento

Archiviato in eBook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...